LA LEGGENDA

SOREGHINA 'LA FIGLIA DEL SOL'

SoreghinaNel meraviglioso scenario naturale delle Dolomiti nasce l’antica leggenda di Soreghina la figlia del Sol.

Soreghina era una principessa la cui vita dipendeva dalla luce del sole; era costretta, secondo una profezia, di notte o nei giorni di cattivo tempo e senza la luce del sole, a dormire per non morire; ella sarebbe morta all'istante se fosse rimasta sveglia al buio.

Un giorno mentre Soreghina si trovava in mezzo ai prati trovò disteso a terra un giovane privo di sensi e gli fu prestato soccorso. Questo giovane era un valoroso guerriero chiamato Occhio della Notte, scacciato dal regno dei Fanes perché, innamorato della principessa Dolasilla, aveva osato chiederne la mano al Re. Nella sua fuga precipitò da una rupe sopra la Val di Fassa.

Durante il periodo delle cure prestate da Soreghina; i due giovani s'innamorarono, si sposarono e conducevano una vita felice. Soreghina abitava con Occhio della Notte in una capanna di legno, situata nel punto più soleggiato di una radura di fronte al monte Vernèl. I giorni felici, però, trascorsero veloci ed ecco arrivare l'autunno con le prime nebbie e nevi sulle cime. Nel pomeriggio di una fredda giornata giunse alla casa degli sposi un guerriero straniero, amico di Occhio della Notte. I due uomini parlarono a lungo in disparte e Soreghina fu presa dalla curiosità di ascoltare i loro discorsi. Così si avvicinò alla porta della loro stanza e sentì le parole che sottovoce Occhio della Notte rivolgeva all'amico: egli si sentiva legato a Soreghina da devota ed eterna riconoscenza, ma portava sempre indelebile nel cuore l'immagine della principessa Dolasilla.

L'amico se ne andò quando era già notte ed Occhio della Notte cominciò ad essere preso dal rimorso per il suo sentimento nascosto, un tradimento verso la dolce Soreghina. Allora, pentito della sua mancanza di lealtà, volle andare a vedere la sposa che sicuramente dormiva profondamente, come sempre, nel cuore della notte. Aprì la porta, e Soreghina, che si era appoggiata per ascoltare senza curarsi del passare del tempo, gli cadde tra le braccia senza vita. Era, infatti, giunto il buio della notte che aveva sorpreso Soreghina ancora sveglia; inesorabile la profezia si era avverata. A nulla valsero le grida di dolore di Occhio della Notte che le chiedeva disperatamente perdono.



  

Countdown!

giorni
alla partenza della 45a edizione

 Partners 

Loc. Stalimen, 4
38037 Predazzo (Tn) | Italy

Tel. +39.0462.501110
Fax. +39.0462.501120
info@marcialonga.it

P.Iva 01344240229
Iscrizione presso l'ufficio del Registro delle Imprese di TRENTO n.131497 del 15/11/1991 Cap. Soc. versato risultante dall'ultimo bilancio: € 3201,99




© Copyright Marcialonga 2015 | Tutti i diritti riservati.
Ogni diritto sui contenuti del sito è riservato ai sensi della normativa vigente.
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, del materiale originale contenuto in questo sito sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

Impressum | Powered by Event Builder - Accreditation Management System
Vai all'inizio